mercoledì 19 aprile 2017

Le Storie di Elisabetta Pieroni al Punto d'Incontro di Maccagno


Buongiorno amici,

torno a scrivere sul blog per presentarvi la mostra di una brava artista che conosco da diversi anni.
Io credo che l'arte e la creatività debbano sempre essere valorizzate e diffuse, soprattutto quando sono frutto di anni di lavoro e sperimentazioni.
Vi lascio alle parole di Clara Castaldo, la curatrice della mostra:
Una ricca antologia di lavori di Elisabetta Pieroni viene ospitata al Punto d'Incontro di Maccagno con Pino e Veddasca dal 22 al 30 aprile 2017.
La mostra personale, intitolata "Storie" e presentata da Clara Castaldo, verrà inaugurata nello spazio espositivo di via Valsecchi 21, venerdì 21 aprile alle ore 21.00.
L'autrice, che sin da giovanissima ha sperimentato la lavorazione della porcellana di Limoges per poi dedicarsi alla ceramica refrattaria, ha sviluppato uno stile personale e originale. Sono oltre cinquanta le rassegne artistiche personali e collettive che dal oltre dieci anni raccontano la produzione pittorica, scultorea e decorativa di Elisabetta Pieroni.
                                         
In mostra, a Maccagno, saranno raccolti lavori che testimoniano il fecondo incontro tra linguaggio contemporaneo e antica tradizione creativa: sagome di alberi dalle profonde radici e dalle fronde popolate di casette sono le forme iconografiche ricorrenti per gli oggetti artistici di design d'autore. Il materiale prediletto è sempre la ceramica, che la Pieroni adopera tanto per i pannelli a parete quando per le sculture a tuttotondo: un materiale duttile e polivalente arricchito dalle mille sfumature iridescenti degli smalti.
Nei lavori presentati a Maccagno ricorrono spesso composizioni polimateriche, in cui, oltre alla ceramica, Elisabetta Pieroni adopera inserti di metalli, specchi, sabbie, ottenendo effetti cromatici e compositivi audaci e originali.

Raffaella Bardelli ha scritto di lei: "Gli angoli medievali nascosti fra le colline e i monti di queste terre, sembrano infatti rivivere nei bassorilievi di Elisabetta poichè traspare una dimensione onirica e incantata che affascina inconsapevolmente quanti osservano i suoi lavori. Questo medioevo immaginario e fiabesco è rappresentato con assoluta precisione e cura del dettaglio, perchè per l'artista tutto è importante e nulla deve essere lasciato al caso".

Chiara Puricelli, in una recente presentazione, ha spiegato: "Frutto di un lavoro paziente, gli ambienti di Elisabetta Pieroni vivono in una dimensione ibrida fra quella del quadro e quella della scultura. Le opere realizzate in ceramica si mostrano varie e ben congeniate e il rilievo si trasforma applicandosi a oggetti d'uso. Ne sono un perfetto esempio le lampade che emettono dalle loro molteplici finestrelle suggestivi bagliori o i vasi colorati come le fronde degli alberi che li ricoprono".

  
"Storie"
Mostra personale di Elisabetta Pieroni
Punto d'Incontro, Valsecchi, 21
Maccagno con Pino e Veddasca (VA)
Dal 22 al 30 aprile 2017
Orari di apertura al pubblico: sabato e domenica dalle 16.30 alle 19.00
Inaugurazione: venerdì 21 aprile, ore 21.00
Presenta Clara Castaldo

In concomitanza del vernissage sarà presentato il libro di Duilio Parietti: “La notte dei soli”











Nessun commento:

Posta un commento